+39.334.9939590

Italiano


Italian Experience

www.italianexperience.itNewsAsia in netto rosso crollato l’export cinese

martedì 11 marzo 2014

Asia in netto rosso, crollato l’export cinese

Caduta delle Borse asiatiche, trainate al ribasso da Hong Kong e Shanghai (-1,6%). Decisamente negativi i dati sul commercio e sull'inflazione in Cina. Le quotazioni del rame hanno perso l'1% netto, andando a toccare i minimi dallo scorso giugno. Giù anche Tokyo (-1,1%).

Durante il fine settimana la Cina ha reso noto che le esportazioni sono scese del 18,1% anno su anno nel mese di febbraio. Ma anche a gennaio la situazione non era rosea, segnando un crollo del 10,6%. Diversi analisti sostengono che a pesare sia il blocco degli afflussi di denaro dall'estero (i cosiddetti hot-money trades), che hanno speculato a lungo sul rialzo dello yuan e che da un paio di mesi si sono bloccati a causa della persistente debolezza della valuta cinese. La quale si è ulteriormente indebolita nelle ultime 24 ore.

Negativi anche i dati pubblicati dal Giappone. Ma in questo caso non hanno sorpreso la comunità finanziaria. L'economia interna è cresciuta solo dello 0,2% (+0,7% anno su anno) nell'ultimo trimestre del 2013. Le attese del governo erano per un +0,3% e +1% annualizzato. Per il quarto mese consecutivo il Giappone ha inoltre registrato un aumento del disavanzo delle partite correnti (1,58 trilioni di yen a gennaio, oltre il deficit programmato di 1,4 trilioni di yen).

Hong Kong è stata caratterizzata da vendite generalizzate, soprattutto rivolte verso le banche. Il comparto ha perso l'1%. China Construction Bank and China Merchants Bank sono scese oltre l'1,5%. Compagnie aeree e assicuratori si sono invece indeboliti dopo la misteriosa scomparsa del volo malese che lo scorso venerdì sarebbe dovuto andare da Kuala Lampur a Pechino. China Southern Airlines è scivolata del 3,1%, Air China del 2,4%. Ping An Insurance del 2,2%.

In controtendenza a Tokyo è stata Sony, che a mercati chiusi venerdì ha guadagnato l'1,4%. Il gruppo giapponese ha confermato la vendita della sua sede precedente e di un altro edificio vicino per circa 160 milioni di dollari.

Fonte: http://www.milanofinanza.it/

News

Export di pasta in crescita da 9 anni

L'Italia prende per la gola i mercati esteri. L'export di pasta inanella il nono anno consecutivo di crescita: nel 2013 il balzo è stato del 5,4 per cento. Un business strategico per l'Italia che trova anche un supporto nella Sace: negli ultimi tre anni l'istituto di assicurazione dei crediti ha erogato...

Dettagli...

Italia-Usa: Sace, export italiano crescerà del 9% nel 2014-2017

Secondo Sace, grazie all'accresciuta fiducia dei consumatori americani che tornerà ad alimentare la domanda interna, gli States traineranno le performance dell'export italiano verso i paesi avanzati: risultati sopra alla media sono attesi nei settori simbolo dell'Italian lifestyle, come i beni di consumo...

Dettagli...

Meno vincoli per l'export

Snellite le procedure per l'export di vino. Una circolare del ministero delle Politiche agricole ha previsto che l'Ispettorato repressione frodi (Icqrf) consenta ai produttori di trasportare vino alla dogana con i medesimi documenti validi sul territorio nazionale. La documentazione per l'estero invece...

Dettagli...

altre news

Scegli la lingua

Italiano

English